Dude Club

DUDE CLUB, IL PROGRAMMA EVENTI DI APRILE 2019

Di seguito riportiamo la lista completa di eventi che si terranno per questo mese presso Dude Club/Osservatorio Astronomico di Milano.

Venerdì 05.04
Osservatorio Astronomico: Giorgio Gigli all night long
Link: https://www.facebook.com/events/569675106849422/

Personalità e stile inconfondibile, di proporzioni ed equilibrio, ecco che parliamo di Giorgio Gigli. Bilanciamento perfetto di ambient e techno. Talento italiano. Energia ed echi industriali. Calore e techno. Suoni robotici e loop ipnotizzanti. Potenza ed eleganza. Giorgio è in grado di raccontarvi il vostro sogno più bello attraverso la musica. Perché Gigli ha quella marcia in più, quel qualcosa che ha solo chi è nato per vivere di musica.

Sabato 06.04
Dude Club: R3 KLUBNACHT #03 W/ Parrish SmithHeadless HorsemanLorenzo Nari
Osservatorio Astronomico: Sound Bakery W/ CrihanCamelia & Cem Ozden
Link: https://www.facebook.com/events/261061534818509/

Crea un suono che è al tempo stesso familiare e profondamente inspiegabile. Passeggiando tra la musica del corpo, l’elettronica e l’industriale che brucia in profondità, ma respingendo le convenzioni di tutti e tre, la sua produzione è tanto elusiva quanto assorbente. Ispirato dalle esperienze personali e dalla sua determinazione a continuare a evolversi, Smith ha sviluppato un suono distintivo derivato da un all-analogue set-up, campionando ogni oggetto che produce suono. L’etichetta olandese Knekelhuis ha firmato il suo EP di debutto: Virgin Of The World. Oltre a Pankow e Helena Hauff, Smith ha contribuito a un EP separato su Contort Yourself e un 4 tracker su L.I.E.S. record. Insieme al cantante Mark van de Maat, Smith produce come Volition Immanent. Parrish Smith crede che la musica elettronica sia per il corpo e la mente. Uno dei resident artist del Dekmantel di Amsterdam pronto ad affrontare questa notte techno al Dude club.

Dalle ombre al palcoscenico, gli sforzi musicali di Headless Horsemans sono eseguiti meticolosamente senza compromessi. Le versioni senza testa dell’omonimo riassumono il modus operandi di questo artista: Techno dal sapore scuro, crudo e ritmico IDM. Il suo hardware solo live set a Berghain, Berlin Atonal, Boiler Room e in tutto il mondo hanno messo in mostra le insormontabili abilità di Horseman come produttore e cementato il suo posto nella scena techno di oggi.

Nato nel 1987, nell’eco di Robert SmithFammi vedere come lo fai e ti prometto che scapperò con te“, è il figlio di un’età oscura, influenzato da un suono post punk. Gli album che più lo ispirano sono “Disintegration” di The Cure e “Mellon Collie & the Infinite Sadness” di The Smashing Pumpkins. È cresciuto ascoltando i suoni acidi degli anni ’90 di Prodigy, i rumori sporchi di Crass e le chitarre elettroniche di Soulwax.
Proprio come le sue ispirazioni musicali, i suoi set sono anche viaggi tra generi diversi. Cattura i suoi ascoltatori e li porta in un viaggio che va, tra gli altri, da italo disco e newbeat, facendo un pit-stop nei tempi antichi oscuro onda, e poi dirigendosi verso techno, electro, ebm e presto industriale. Ha iniziato a fare il DJ nel 2014 e presto è diventato DJ resident per il collettivo Supernova con sede nel centro Italia.
Resident artist Orbiter Milano.
Le sue più grandi passioni e interessi sono, accanto allo spazio, la psicologia e le neuroscienze cognitive.

Il rumeno Crihan, membro della famiglia Sunrise, ha messo a punto le sue abilità nel campo della produzione e del dj-ing fin dal 2004, nonostante la sua giovane età. La svolta è arrivata nel 2009, quando si è trasferito a Bucarest, dove ha continuato a crescere e ad evolversi in territori più profondi e sperimentali. Le sue produzioni si trovano su etichette quali Naural, Mezin, Catren e MTM, e spesso condivide la line-up con artisti del calibro di Petre Inspirescu, Raresh, Rhadoo, ma anche con Sammy Dee, Valentino Kanzyiani e Maayan Nidam, avendo avuto l’opportunità di suonare in club rinomati quali Guesthouse e Robert Johnson e nel leggendario festival Sunwaves. Dedito completamente alla musica, senza dubbio si continuerà a parlare sempre più di lui in futuro.

Camelia (Miami), ha scolpito la sua reputazione con un suono profondo che emana un calore e una profondità diversi da chiunque altro. I suoi EP su etichette come RORA e JOULE rivelano l’unicità del suono che vive nella sua espressione artistica. Insieme alle usuali gig in istituzioni locali quali Treehouse e The Electric Pickle per Unmute, Camelia è sempre più presente anche nei club underground di Bucarest, Londra e New York, suonando al fianco di artisti come Ion Ludwig, Herodot, Priku, Arapu ed altri.

Venerdì 12.04
Dude Club: Maceo PlexWalking Shadow
Link: https://www.facebook.com/events/2287625728151808/

Eric Estornel, sotto i nomi Maetrik, Mariel Ito, Maceo Plex, o semplicemente Estornel, ha contribuito al mondo musicale che lo circonda dal ’93.
Prima come dj, poi anche come abilissimo produttore, Eric ha sempre cercato di anticipare i trend del momento, ed il fatto di non essere limitato da regole di stili e di genere è stato molto importante per la sua crescita all’interno della scena elettronica.
Nonostante la giovane età, Eric ha già all’attivo una cinquantina di ep sotto vari alias per etichette come Cocoon, Crosstown Rebels, Drumcode, Modern Love. Nel 2013 viene invitato a mixare uno dei capitoli della “Dj Kicks“, una delle compilation più rinomate dell’intero panorama elettronico e sempre nello stesso anno lancia la propria etichetta, Ellum Audio.

Sabato 13.04
Dude Club: Paula TempleMCMXC
Osservatorio Astronomico: Hunee Abstract
Link: https://www.facebook.com/events/383524608898237/

Per oltre 15 anni Paula Temple ha perseguito il suo percorso musicale unico. Si è specializzata in un rumoroso, fantasmagorico suono techno, in cui ogni momento di silenzio sembra assordante. Questa rinfrescante musica ad alta tensione ha messo Paula in prima linea nella scena techno di oggi. R & S Records ha pubblicato l’EP “Colonized” nel 2013, l’EP “Deathvox” nel 2014 ei suoi remix per The Prodigy nel 2015. Il brano “Deathvox” è considerato dai suoi colleghi uno dei contributi più originali alla techno moderna. Il suo brano più celebre, “Gegen“, rimane un inno nei festival di tutto il mondo ed è stato ispirato dalla comunità gay di Berlino. Nel 2016-2017 ha coprodotto con Karin Dreijer il nuovo album di Fever RayPlunge“, che ha vinto il Grammy svedese come produttore dell’anno nel 2018.

Ogni DJ vorrebbe pensare di essere un vero intenditore musicale, ma Hunee lo è davvero – non è lui che lo dice, ma praticamente chiunque altro ogni volta che il personaggio nato come Hun Choi compare nella conversazione. Naturalmente i suoi dj set lo hanno portato in tutto il mondo, ma portano molto più lontano gli ascoltatori. Per lui un disco house classico o una bomba da dancefloor, una chicca boogie o un inedito di musica africana così come una traccia techno, ogni pezzo può entrare nella sua selezione perché tutto quel che fa nasce da vera passione -che puoi vedere non solo nei suoi occhi, ma anche negli occhi di quelli che ballano alla sua musica. Le sue produzioni sono arrivate su etichette come Rush Hour, Future Times e WT. Ognuna è diverso, ma ognuna si distingue.

Venerdì 19.04
Osservatorio Atronomico: Bessie Smith #3 W/ Lakuti – Dcdj Soulmind
Link: https://www.facebook.com/events/276081893294075/

Lakuti aka Lerato Khathi è la protagonista di questo primo Bessie Smith della stagione. Sudafricana cittadina del mondo residente a Berlino, deus ex machina di Uzuri, etichetta discografica e booking agency ma soprattuto Dj, selezionatrice della migliore musica House, Disco, Jazz, Soul.

Sabato 20.04
Osservatorio Astronomico: WRONG ASSESSMENT invites #3 W/ KAISER
Link: https://www.facebook.com/events/586682188512464/

Gianluca Caiati, in arte Kaiser, giovane manager di K S R, label che vede all’attivo artisti come 999999999, Sleeparchive, Eric Fetcher, Conrad Van Orton e Wrong Assessment, ha rilasciato musica su label affermate ricevendo enorme supporto dai più affermati artisti della scena. In costante tour in giro per il mondo, è al suo debutto milanese.

Sabato 27.04
Osservatorio Astronomico: Phoenix Room W/ Jarau aka Julien Sandre & MenineThe Lumens
Link: https://www.facebook.com/events/2017612555211199/

Julien Sandre & Mennie hanno creato non poco scompiglio nella scena minimal-house, sfornando una raffica di produzioni con cui hanno messo bandierine sulle label tra le più ambite del genere, e la cosa bella è che non accennano minimamente a fermarsi! ..quindi fiondatevi e prendeteli al volo perchè tra un po bisognerà saper scalare gli 8k per raggiungerli.

Visita la nostra home.
Emanuele Vizza.
The following two tabs change content below.
Tech Clubbers is the electronic music project born from the passion of Emanuele Vizza.

Ultimi post di Tech Clubbers (vedi tutti)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.