TVA le visionnaire

TECH CLUBBERS PRESENTA: TVA & LE VISIONNAIRE

Fresca intervista insieme a Marco e Paolo, DJ e produttori italiani con sede a Londra che di recente hanno rilasciato il loro ultimo album per l’ etichetta Aeonic.

1. Napoletani di origine con sede a Londra, cosa vi ha spinto verso questo paese?

Intorno al 2013 abbiamo deciso di trasferirci a Sydney (Au), è stata un’esperienza straordinaria che ci ha permesso di trascorrere molto tempo insieme in studio.
Dopo l’esperienza australiana, volevamo tornare in Europa e Londra è stata per noi la scelta più facile all’epoca.

2. La vostra musica in tre parole?

Moody, atmosferica e techno.

3. Quand’è il vostro miglior momento per le produzioni in studio?

Penso nei fine settimana o quando non dobbiamo lavorare perché amiamo sperimentare a lungo idee diverse. Il pomeriggio e talvolta la sera funzionano meglio, ma durante questa pandemia abbiamo avuto solo poche occasioni per trascorrere del tempo insieme in studio.

4. Cosa ti fa venire voglia di iniziare una traccia? Come vi organizzate per iniziarla?

Paolo ( le visionnaire ) non inizia mai a suonare pensando di fare una traccia mentre il processo di Marco ( TVA ) è diverso, piace registrare tutto e riascoltarlo dopo un pò per vedere se c’è qualcosa di interessante da aggiungere o togliere.
Di solito scegliamo di suonare solo con alcuni strumenti in studio e se esce qualcosa di interessante salviamo il progetto, per poterlo rielaborare magari in futuro.

5. Quale futuro vedete per la scena elettronica a causa della pandemia Covid-19?

Difficile da prevedere, ma pensiamo che lentamente tutto si sposterà dalle sedi alle nuove piattaforme di streaming. Ci sono anche molti spazi che stanno diventando meno concentrati sulla parte ballante del club e più sull’ascolto, così che le persone possano sedersi attorno a un tavolo, godersi un drink e ascoltare un dj o un live set.
Per qualcuno potrebbe non essere davvero eccitante, ma forse per il momento è meglio di niente.

6. Answer Code Request, Reshape e Lake People hanno remixato le vostre ultime produzioni su Aeonic, come è iniziata questa collaborazione con loro?

Alex Niggemann ci ha chiesto una lista degli artisti che più apprezziamo maggiormente, avevamo molti nomi in ballo e alla fine siamo contenti che lo abbia reso possibile. Siamo super felici del risultato dei remix perché sono tutti diversi e aggiungono qualcosa di speciale all’album.

7. E con Alex quando avete avuto il primo incontro?

Abbiamo contattato Alex via e-mail con alcune demo nel 2015. Gli sono piaciute due tracce e ha deciso di pubblicarle su Soulfooled. Quando ci siamo trasferiti a Londra lo abbiamo incontrato poco prima dello showcase di Aeon in un luogo fantastico e da allora abbiamo stretto un’amicizia che va oltre la musica.
Più volte abbiamo incontrato Alex a Berlino e più recentemente a Rotterdam con la sua adorabile famiglia. Prima di collaborare all’album, abbiamo avuto l’opportunità di pubblicare la nostra musica prima su Aeon nel 2016 e ora sulla sua nuova sotto-etichetta Aeonic.

8. Collaboraioni e/o lavori futuri?

Speriamo di avere la possibilità di suonare l’album dal vivo e di collaborare con più artisti, ma sappiamo che è davvero difficile a causa della pandemia. L’unica cosa che possiamo fare in questo momento è passare più tempo in studio e cercare di trovare idee musicali nuove e più interessanti.

Visita la nostra home.
Emanuele.
The following two tabs change content below.
Tech Clubbers is the electronic music project born from the passion of Emanuele Vizza - Electronic dance events, news and Podcast series.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.