Martinovna

TECH CLUBBERS PRESENTA: MARTINOVNA VISUALS

Con sede a Varsavia, Martinovna è una visual dj, video-graphic designer e artista interdisciplinare oltre che essere parte del collettivo Mødule.
Con le sue creazioni visive ha presenziato presso eventi e club significativi della Polonia come, ad esempio, Media Lab all’interno dell’impressionante CentrumTechnologii Audiowizualnych, Ł Festiwal, Katowice Miasto Muzyki UNESCO, Smolna, Projekt LAB, Szpitalna 1, Das Lokal, Fabryka Porcelany e Nokta Festival ed è stata apprezzata anche all’ estero In Italia e Praga.
Le sue performance visive live hanno accompagnato i dj set di molti artisti internazionali quali Kanding Ray, ACID ARAB, Amotik, Setoac Mass, I Hate Models e molti altri ancora.

1. Ciao Marti, parlaci un pò di te, quando e come hai iniziato a fare la veejay?

Dopo aver seguito per molti anni artisti come Kangding Ray, Björk, Ryoji Ikea, Alva Noto, Autechre, Amon Tobin, AFX e Monolake, ho capito chiaramente cosa volevo fare nella vita. Grazie ai loro audiovisivi ho compreso l’importanza della parte visual per rendere il sound completo. Ho deciso di iniziare questo percorso esattamente due anni fa al Tauron Nowa Muzyka Katowice Festival , dopo aver assistito alla performance di Interference Crew. Mi trovavo tra la folla con la sensazione che non ci fosse nessuno intorno a me, solo la musica e l’enorme schermo a LED con dei visual davvero incredibili. Pensavo “mi piacerebbe fare lo stesso genere di cose e catturare l’attenzione del pubblico”. Un mese dopo ho partecipato a un workshop di VJ con Lucas Gutierrez ed ho iniziato a lavorare con il software Modul8. Successivamente ho incontrato la Visual Family Collective di Varsavia che mi ha dato qualche lezione pratica.

2. Quando hai avuto il primo approccio verso la musica elettronica? E quando hai deciso di combinare le due cose?

Ho ascoltato “Vordhosbn” di Aphex Twin nel 2006 per la prima volta e da allora la musica elettronica non è più stata la stessa cosa. Prima ero un’estimatrice di videoclip, in particolare alcuni lavori di Chris Cunningham sono stati per me di grande ispirazione.

3. Dove prendi ispirazione per creare la giusta combinazione video+musica?

Creare il visual per la musica per me è impulsivo ed effimero, è un processo spontaneo guidato dal mio stato d’animo e dagli stimoli ambientali che ho intorno a me. Non lavoro su uno storyboard, esprimo quello che sento al momento. Alcuni potrebbero non condividere, ma questo è il mio modo di lavorare, durante il processo creativo posso rilavorare le immagini per migliaia di volte. Normalmente parto da un motivo e lo associo ora ad uno ora ad un altro finché il video non è concluso. Mi piace fare sperimentazione utilizzando strutture, elementi del corpo umano, forme dinamiche e astratte.

martinovna 4

4. Quali software utilizzi nel tuo processo creativo?

Attualmente sto utilizzando resolume per il mix in arena, sia Adobe Premiere che After Effects per l’editing.

5. Come Veejay sei stata in molti club del tuo Paese, la Polonia. Quale evento ricordi in modo particolare?

Se penso agli show polacchi, tra i miei ricordi più significativi c’è una performance con Błażej Malinowski durante il Media Lab di Wrocław dell’anno scorso. E’ stata un’esperienza molto intensa e inaspettata nonché una lezione per me: mi ha spinta a lavorare con un nuovo livello di professionalità. Mi piace esibirmi al P23Katowice, il Silesian club. Ricordo il mio esordio live durante il SHXCXCHCXSH..E’ stata un’esperienza impegnativa per me.

6. Ti sei esibita da poco a Valencia, insieme a Kangding Ray, per il Volumens Fest, raccontaci i momenti dietro le quinte. Quali sensazioni hai provato?

L’incontro con Kangding Ray è stato esaltante, ero un po’ impaurita prima della performance, una delle sfide più stimolanti della mia vita. Tutta l’atmosfera del Festival Volumens di Valencia ha rappresentato una bellissima esperienza, molto gioiosa e amichevole.

7. A Milano ti abbiamo visto partecipe ad MxLab insieme ad Ancied Methods, che ricordi ti sei portata con te dell’ Italia?

Per quanto riguarda il concerto di Milano, mi ha fatto piacere partecipare su invito del mio amico V/Plasm, un eccellente VJ italiano. E’ stata un’esperienza molto positiva ed è stato divertente lavorare con il MX Lab di Milano. Spero che avremo modo di ritrovarci nuovamente in futuro.

8. Sappiamo che fai parte del collettivo Mødule, da quanto tempo si sei dentro? Che tipo di crew rappresenta per te e per il pubblico?

Sono entrata a far parte di Mødule nel 2017, e siamo diventati subito amici. Mødule è una serie di eventi techno e il progetto è nato nel 2012 a Katowice, da allora è diventato un punto di riferimento della musica techno nel sud della Polonia. Mødule mette molta enfasi sulla freschezza degli eventi. Penso che stiamo facendo un buon lavoro: questo mese c’è A R T S a Wroclaw.

Visuals

9. Kangding Ray, Amotik, I Hate Models, Phase Fatale a molti altri dj hanno lavorato insieme a te..Dove potremo vedere i tuoi set prossimamente?

Ho grandi progetti per le prossime stagioni anche se non posso ancora darne annuncio ufficiale. Lo farò certamente tramite i miei canali social..Restate sintonizzati!

Follow MARTINOVNA here:
https://www.facebook.com/martinovnavisuals/
https://vimeo.com/martinovna
https://www.instagram.com/martinovna_visuals/

Visita la nostra home.
Emanuele Vizza.
Marco Passi.
The following two tabs change content below.
Tech Clubbers is the electronic music project born from the passion of Emanuele Vizza. Electronic events based at Spazio23 in Gallarate ( VA ) and Podcast series.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.