electra hultin

TECH CLUBBERS PRESENTA: ELECTRA HULTIN

Intervista con la meravigliosa dj svedese Electra Hultin, simbolo femminile della crew di Stoccolma “WAV Sthlm”.

1. Quando e perché hai iniziato a fare la dj?

Bene, in realtà non l’ho intrapresa. Anni fa, un amico che amava la mia musica mi chiese di suonare a un suo evento. Avevo detto di no molte volte perché non amo stare sotto i riflettori. Ma lui continuò a chiedermelo e alla fine dissi di sì. Mentre stavo suonando un booker ha sentito la mia musica e ha detto al mio amico che voleva prenotare una data con me. Allora quando sono andata suonare al suo evento un altro booker mi ha sentita e a sua volta mi ha richiesta per un dj set.
In quell’ occasione durante la serata un terzo booker mi ha ingaggiata per un altro evento ancora. E da quel momento è iniziata la mia carriera come dj. Mi sono fermata per qualche anno per studi universitari e per motivi di lavoro, ma mi piace sempre molto suonare.

2. Quali sono stati gli artisti influenti inizialmente?

Sono sempre stata ispirata più dalle tracce che dagli artisti in sé. Quando ero piccola le mie tracce preferite erano ‘The Message’ di Grandmaster Flash e ‘Flashlight’ dei The Parliament e naturalmente anche ‘Rockit’ di Herbie Hancock ma amavo anche la musica classica e il jazz (ero una bambina particolare!).
E ancora oggi quando ascolto la musica mi succede la stessa cosa, ci sono tracce che mi ispirano tantissimo per determinati periodi di tempo: ad esempio in questo momento sono particolarmente ispirata da ‘909 Therapy’ dei Boston 168.

3. Pensi che il fatto di essere una ragazza abbia avuto un’influenza sulla tua carriera??

In effetti avrei potuto utilizzare il fatto di essere una donna in alcune situazioni.
Per esempio quando decisi di diventare un’astrofisica mi sono iscritta a fisica all’università. Non c’erano molte ragazze all’epoca, ma il fatto di esserci ha dimostrato al mondo che la fisica non è una disciplina per soli uomini.
Accadde la stessa cosa quando iniziai a lavorare come analista in banca e poi quando divenni dj. Dal momento che sono stata cresciuta in mezzo ai maschi, non ho mai pensato che il fatto di essere una donna potesse fare la differenza.
La mia famiglia mi ha cresciuta senza fare distinzioni di genere e per questo motivo ho sempre vissuto la mia vita facendo tutto quello che mi piaceva.

4. Cosa rappresenta la musica per te?

Se rispondessi a questa domanda potrei andare avanti all’infinito. La musica rappresenta per me molto più di quanto le parole possano esprimere.

5. Come descriveresti la scena dance/Club di Stoccolma?

Grazie al presidio della polizia nei Club svedesi per molti anni, ora abbiamo una scena musicale underground molto florida e organizzata, il che è meraviglioso. Oggi giorno alle persone che vengono in Svezia consiglio di andare ad eventi underground piuttosto che a quelli commerciali.

6. Quando e dove è avvenuta la tua prima apparizione in consolle? Come la ricordi?

Bhè qui faccio riferimento alla prima risposta della prima domanda :).. Quello che ricordo è che quando il booker che mi aveva ingaggiata per quella serata venne da me e mi chiese se volessi suonare ad un altro evento, io gli dissi di no. Nello stesso momento un mio amico gridò: “CERTO CHE VUOLE!” perché sapeva che generalmente tendevo a sottrarmi ma che in fondo mi avrebbe fatto molto piacere, ahahah! Per questo gli sarò per sempre grata.

Electra Hultin 2

7. Che tipo di selezione musicale prediligi quando suoni? Qual è la canzone su cui ti scateni più volentieri?

Il mio genere preferito è la techno. Non c’è una traccia particolare che mi faccia impazzire più di altre ma ho una serie di tracce che mi piacciono molto: una di queste è ‘Vimana’ di Canato [ Discernible Records ] disco pazzesco!
Riguardo ai generi, sto lavorando a un progetto house chiamato ‘Good Things’ ma ho avuto troppo da fare ultimamente e l’ho messo temporaneamente in stand-by. Vi farò sapere qualcosa di più non appena lo riprenderò in mano.

8. Hai intenzione di lanciarti anche con le produzioni in futuro?

Sì, vediamo se ci riuscirò nel 2019. Ho la tendenza a dire sempre di sì a tutto perché questo mi sembra divertente ma mi dimentico che non riesco sempre ad organizzare al meglio il mio tempo. Avrei davvero bisogno di una segretaria che mi aiuti a farlo.
La mia vita è una costante battaglia tra tutte le cose che vorrei fare e il poco tempo che ho in realtà a disposizione per farle.
Ma credo anche che questo sia il destino comune di molti.

9. Il 19 Marzo saranno due anni dalla nascita di “.WAV Sthlm”, che rapporto hai con la crew e in particolare con Billie Jo che è stata nostra ospite recentemente?

Sì, il 16 marzo faremo una festa per celebrare il 2° anniversario di “WAV Sthlm” (unitevi a noi!). Non vediamo l’ora!
Siamo tutti amici da molto tempo prima che partisse il progetto WAV e molti di noi si conoscono da almeno cinque anni o qualcosa del genere! Amici incredibili: tra questi, Billie è sicuramente uno di quelli a cui sono tutt’ora maggiormente legata.

wav crew

10. Potresti anticiparci i tuoi prossimi impegni?

Certamente, andare a sciare! Io e Billie abbiamo una serata sulle montagne svedesi. Non vediamo l’ora di farci qualche discesa sulla neve durante il giorno e suonare insieme la sera! 🙂

Follow ELECTRA HULTIN here:
Resident Advisor: https://www.residentadvisor.net/dj/electrahultin
Facebook: https://www.facebook.com/electra.hultin
Instagram: https://www.instagram.com/electrahultin/?hl=it
Soundcloud: https://soundcloud.com/electrahultin
Mixcloud: https://www.mixcloud.com/electrahultinn/

Visita la nostra home.

Emanuele Vizza.
Marco Passi.
The following two tabs change content below.
Tech Clubbers is the electronic music project born from the passion of Emanuele Vizza.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.